GLI ALUNNI E I PROFS CHE MI PIACCIONO E QUELLI CHE NON…..

NON MI PIACCIONO I PROFS CHE:

– sono esageratamente narcisisti e depositari della cultura e della verità: tra i profs il pronome più usato e “IO”(io invece faccio questo,faccio quest’altro ecc…);la mia scuola è la migliore;i miei alunni sanno fare …   sono …. e blablablà blablabà;i miei voti sono reali quelli di altri sono gonfiati;

-fingono di essere amici degli alunni e poi niente fanno per rispettare questa amicizia e non perdono occasione di parlarne male e ridere alle loro spalle es:”IO vi ho difeso in consiglio,ho cercato di aiutarvi”. … è invece in consiglio non hanno speso una parola e  si sono rifiutati di fare il membro interno agli esami per rendere tangibile il loro aiuto,o si sono rifiutati di passare un loro 5 a 6 e ne hanno determinato la bocciatura scaricando la responsabilità sui colleghi che hanno dato una insufficienza netta;

-cercano,in malafede,la solidarietà dei colleghi per coinvolgerli  in un regolamento di conti che è invece personale:debbo punire questo alunno,perchè mi ha fatto o detto una certa cosa e coinvolgo gli altri riportando in modo esagerato qualche particolare che può far sentire offesi anche loro ;

-sono molto colti ma non trasmettono la loro cultura o troppo ignoranti e presuntuosi e tacciano gli alunni di ignoranza.Un episodio dai miei ricordi di alunno:un mio prof di francese,che era avvocato e aveva studiato francese solo alle medie e 2 anni alle superiori(ai miei tempi gli avvocati insegnavano di tutto e di più,anche quelle materie che non avevano mai studiato)quando non sapeva dare spiegazioni diceva che non poteva perdere tempo a spiegare qualcosa ai “ciucci”.Un giorno gli chiesi di spiegarmi la concezione dell’amore di un autore francese, Jean Louis de la Patrac, di cui avevo sentito parlare.Rispose che l’argomento era vasto e che ne avremmo parlato in seguito.Probabilmente non lo conosceva,ma non voleva ammetterlo.Per 2 settimane,ad inizio dell’ora,gli ponevo la stessa domanda e ricevevo la stessa risposta:Per farla breve alla fine gli dissi che non esisteva nessun Jean Louis de la Patrac perchè era un nome che mi ero inventato.Povero prof S…..,quante enciclopedie avrà consultato! Avrebbe potuto semplicemente rispondere:”Non lo conosco,portami qualcosa che ha scritto sull’amore e lo leggeremo insieme”.A proposito:quell’anno sono stato respinto

-pretendono privilegi per sè ma non vogliono concederli anche agli alunni:un episodio dei nostri giorni:mi sono “incazzato” con una classe con moltissimi alunni a cui piace far ritardo per intrattenersi al bar;ho tollerato la cosa anche perchè ciò mi consentiva di fumare la mia”terza” sigaretta quotidiana.Qualcuno ha deciso che bisognava intervenire e sono stato coinvolto,mio malgrado,nella decisione.Ho una prima ora in questa classe(fortunatamente per me e per loro),e quel giorno si entra tutti puntualmente al  suona della campanella e non si è ammessi in classe anche per un minuto di ritardo.Conclusione:gli alunni e il prof ora entrano in orario.Ho chiesto loro un sacrificio ma anche io mi sono sacrificato e il mio sacrificio(niente sigaretta rilassante dopo 35 anni di “cattiva abitudine”) è in misura doppia  perchè a loro è stato imposto da altri e non possono farci niente,io,invece, me lo sono imposto da solo per “razzolare”bene. In aggiunta: per molti alunni/e non sono più come la cucina Scavolini,il più amato dagli “italiani”;(certamente è solo una mia illusione,ma mi faceva piacere crederlo) mentre loro,per me,continuano ad essere componenti essenziali della Scavolini da trattare con cura, Lorelle Cuccarini comprese

-sono troppo coerenti o troppo incoerenti,poco elastici e poco propensi al perdono,hanno sempre ragione e mai torto e gridano e minacciano e si atteggiano a giustizieri della notte(AHI ME!!! mi riconosco in molte cose;decisamente NO, NON MI PIACCIO!!!!!);usano solo il bastone e fanno marcire la carota

NON MI PIACCIONO GLI ALUNNI CHE:

-si credono furbi e sono invece fessacchiotti.  Credono che tutti i profs siano fessi e dimenticano che anche i profs sono stati alunni.Spesso   inventano scuse che peggiorano la situazione;inventano trucchi “intelligenti” per copiare durante i compiti in classe e poi,magari, copiano l’argomento sbagliato perchè non capiscono cosa stanno copiando; fanno morire la povera nonna tante volte solo per giustificarsi per non avere studiato(sembra paradossale,ma mi è capitato parecchie volte);

-dicono bugie ai genitori per giustificare le loro colpe sapendo che noi genitori ci trasformiamo in SINDACALISTI dei nostri figli.Un esempio anche questo attuale:negli incontri con i genitori mi capitava spesso di notare una espressione di   meraviglia sul volto dell’alunno che aveva detto al genitore di non essere stato mai interrogato, quando comunicavo che il figlio non era venuto all’interrogazione o che si era giustificato;”non è vero”,diceva e leggevo la perplessità/sospetto sul volto del genitore;da quest’anno ho introdotto una novità:gli alunni si possono giustificare 2 volte a quadrimestre e firmare sul registro personale sia la giustifica che l’impreparato:risultato:quest’anno nessun alunno ha negato

-credono che la scuola sia il paese dei balocchi e non si rendono conto che sono ormai cresciuti   per giocare con la Barbie o con Ken(forse mi debbo aggiornare perchè oggi i giochi potrebbero essere diversi)

-sono pronti ad accusare gli altri per giustificare le loro colpe, anche coloro che sono stati molto disponibili nei loro confronti.Esempio classico:cambia insegnante o stanno affrontando l’esame di stato. Non sanno rispondere ad una domanda.Non dicono “non ricordo” ma “il prof non ha spiegato questo argomento” e, invece,il prof lo aveva spiegato, forse anche ripetuto e gli alunni avevano controfirmato il programma dove l’argomento era presente.Va bene così! “IL RE E’ MORTO,VIVA IL RE!”. Altro esempio:un prof  non ha mai dato loro problemi in cinque anni, convinto che un diploma e un tozzo di pane oggi non bisogna negarlo a nessuno.Tutti contenti,tutti promossi ogni anno,anche il prof che non si è sprecato(magari aveva un secondo lavoro o si stancava troppo con le ripetizioni private).Per 5 anni tutto OK.  Si va all’esame e il prof non è commissario interno.Qualcosa va storto e genitori e alunni che per cinque anni hanno accettato questa situazione,subito,vigliaccamente a mio parere,vomitano  insulti e accuse verso colui che avevano sempre lodato perchè,tanto,non dava problemi

-cercano di sfruttare i sentimenti e le debolezze del prof,facendosi compatire per trarne un vantaggio o sfruttano la sua vanità con falsi complimenti e falso interesse

-pensano di essere dei geni  super intelligenti e invece sono normali,come tutti gli altri

-pensano di essere simpatici facendo battute cretine

-guardano il voto del compagno e si sentono,giustamente(io direi ingiustamente perchè le loro lacune ci stanno tutte),discriminati vedendo "la pagliuzza negli occhi degli altri e non la trave nei loro occhi".

MI PIACCIONO INVECE GLI ALUNNI E I PROFS CHE:

-amano ciò che fanno a prescindere dai risultati(  quando una cosa si fa con piacere,si cerca sempre di farla bene e qualche risultato lo si ottiene)

– sono onesti anche nella “disonestà” giudicando tutti con lo stesso criterio con il quale valutano un alunno/prof “particolare”

-sono pronti a riconoscere le loro colpe e fanno di tutto per migliorarsi

-sono umili e consapevoli della loro ignoranza(“SIAMO TUTTI IGNORANTI,MA NON TUTTI IGNORIAMO LE STESSE COSE-Albert Einstein)

-vogliono essere rispettati e portano rispetto

-concludendo,sono PERSONE NORMALISSIME,con tutti i loro difetti e i loro pregi(“CHI E’ SENZA PECCATO.SCAGLI LA PRIMA PIETRA”).

OGNI RIFERIMENTO E’ PURAMENTE CASUALE

CHI VUOLE PUO’ COMMENTARE MA SI PREGA DI NON FARE NOMI E DI NON ESSERE ECCESSIVAMENTE OFFENSIVI

QUESTA VOLTA SI ACCETTANO ANCHE COMMENTI ANONIMI

GRAZIE PER IL CONTRIBUTO CHE DARETE

About rosariomario

retired teacher docente in pensione
This entry was posted in ricordi scolastici. Bookmark the permalink.

5 Responses to GLI ALUNNI E I PROFS CHE MI PIACCIONO E QUELLI CHE NON…..

  1. Livia says:

    A me piacciono i prof che quando vedono un alunno in difficoltà abbandonano la lezione, lo prendono sotto braccio e gli danno preziosi consigli (l\’alunno non lo sa, ma gli serviranno molto nella vita); mi piacciono i prof che non si limitano ad insegnare la lezione come si troverebbe sul libro, ma che fanno ragionare sulle cose, anche sulle più semplici, perchè sono proprio quelle che rifiutiamo di capire; mi piacciono i prof che si fidano degli alunni, anche se spesso non lo meriterebbero (anche io ho un ricordo personale: il nostro amato frankenstein si arrabbiava sempre quando non portavamo le giustifiche per l\’assenza del giorno prima firmata dai genitori, e noi ci siamo sempre regolati di conseguenza, o mettendo la sveglia sul cellulare per ricordarlo alle mamme, o andando dalla nostra "falsara"… l\’unica volta in 5 anni che ho dimenticato la giustifica il prof mi guarda, sorride, e scrive "D. ha portato la giustifica"… non l\’aveva mai fatto per nessuno di noi, senza contare poi i suggerimenti alla terza prova mentre il prof di chimica gironzolava con aria minacciosa a rompere i c******i!!! so che avete detto niente volgarità, ma quando ci vuole ci vuole, e poi mi sono censurata!).Meglio concludere, non vorrei fare un altro post, dico solo che mi piacciono i prof che vogliono bene agli alunni, perchè gli alunni non sono tutti teste di c***o (di nuovo censura!), ricordiamo tutto! ;)Ovviamente, per esclusione, non mi piacciono i prof che non rispondono a queste caratteristiche! =)

  2. Mariangela says:

    GREAT DAD!l\’avessi avuto io un Professore del genere….Un sorrisoun sorriso

  3. domenico says:

    prof cmq il metodo è stato infallibile…ogni riferimento è puramente casuale,ma quella frase là si riferisce esplicitamente ad una persona…noi sappiamo a chi….a dmn

  4. alessandra says:

    caro prof come non ricordarsi della frase usata da jonathan durante i giorni d\’esame!!!XD(onesti nella loro disonestà) non vi preoccupate che continuate ad essere una modernissima scavolini, almeno per gli alunni andati, perchè siete riuscito a farvi voler bene dai secchioni così come dai "ciucci" e questo non è da tutti, e ogni vostro alunno conserva di voi una stima, oltre che un ricordo, che vi rende di sicuro una grande scavolini😄 ci vedremo presto prof!!!!😀

  5. Debora says:

    l\’alunna ideale sono iiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiio!!!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s